Bonus vacanze: la guida definitiva

Il virus COVID-19 ha colpito il mondo intero ed ancora oggi, nonostante sembri apparentemente assopito, seppur con numeri diversi, continuano non solo i contagi ma anche i decessi.

In Italia sembra che la prima ondata di contagi sia quasi un brutto ricordo, che ha lasciato però non solo un grande rammarico ed un grande dolore per le morti, ma anche una crisi economica da non sottovalutare.

Per questo il Governo italiano sta cercando di far ripartire l’economia e, visto l’arrivo dell’Estate 2020, si cerca di incentivare gli italiani a fare una vacanza, in Italia, proponendo un vero e proprio Bonus Vacanze 2020.

Il Bonus Vacanze 2020 è una delle novità fiscali del Decreto Rilancio in vigore dal 1° luglio 2020.

L’idea è quella di dare una mano ad uno dei settori più toccati dalla crisi del coronavirus: il turismo.

L’incentivo ammonta a un massimo di € 500,00 per soggiorni in alberghi, campeggi, villaggi turistici, agriturismi e bed & breakfast e spetta solo a chi ha un ISEE inferiore a € 40mila.

Attenzione, però, abbiamo detto “un massimo di € 500,00” e non € 500,00!

È bene chiarire infatti che l’importo è modulato in base al numero dei componenti del nucleo familiare.

Potranno essere riconosciuti infatti:

  • € 500,00 per le famiglie da tre o più persone,
  • € 300,00 per le famiglie di due componenti
  • ed € 150,00 per i nuclei familiari composti da una sola persona.

Il Bonus Vacanze può essere già richiesto!

Il periodo durante il quale il Bonus sarà richiedibile va infatti dal 1° luglio fino al 31 dicembre 2020; può essere richiesto da un solo componente del nucleo familiare ed è utilizzabile una sola volta.

Non ci sono però vincoli per l’utilizzo: si può scegliere liberamente se utilizzare il bonus per una vacanza in cui siano presenti tutti i familiari oppure solo alcuni, e non è necessario che sia presente il soggetto che lo ha richiesto, purché in possesso dell’identità SPID (clicca qui) o della Carta di identità elettronica (CIE) (clicca qui).

Attenzione però!!! Perché il Bonus Vacanze 2020 non consiste in un buono spesa ma in un RIMBORSO!

Infatti, l’80% dell’importo del bonus sarà uno sconto effettivo sull’importo dovuto al fornitore del servizio turistico, mentre il restante 20% verrà applicato sotto forma di detrazione d’imposta nella dichiarazione dei redditi relativa all’anno 2020 (che verrà presentata dal componente del nucleo familiare che ha usufruito dello sconto a cui viene intestato il documento di spesa del soggiorno: fattura, documento commerciale, scontrino/ricevuta fiscale).

Per poter utilizzare l’agevolazione è necessario verificare preventivamente che il fornitore del servizio turistico aderisca all’iniziativa e “accetti” il bonus (in Sicilia sono in tantissimi!).

Il Bonus Vacanze 2020 deve essere speso in un’unica soluzione, presso un’unica struttura turistica e, nel caso di corrispettivo dovuto inferiore al bonus, lo sconto e la detrazione sono commisurati al corrispettivo e il residuo non è più utilizzabile.

Inoltre, per ottenere il bonus è necessario che il pagamento del soggiorno sia stato effettuato direttamente alla struttura alberghiera o attraverso agenzie di viaggio e tour operator.

Non si potrà quindi usufruire del bonus con pagamenti effettuati con «l’ausilio, l’intervento o l’intermediazione di piattaforme o portali telematici»!

!!Quindi, ad esempio, pagando la vacanza attraverso siti come Booking.com, non si potrà usufruire del “bonus vacanze”!!

Per richiedere l’agevolazione il cittadino deve installare ed effettuare l’accesso a IO, l’app dei servizi pubblici (Clicca qui), resa disponibile da PagoPA S.p.A.

Una volta entrati nell’app, a cui si accede mediante l’identità digitale SPID o la Carta d’Identità Elettronica (CIE), il contribuente dal 1° luglio e fino al 31 dicembre 2020 potrà richiedere il bonus dopo aver verificato di averne diritto (se ha, cioè, una Dichiarazione sostitutiva unica – DSU – in corso di validità, da cui risulti un indicatore ISEE sotto la soglia di € 40mila, che potrà richiedersi in qualsiasi centro CAF-CISL).

Dopo aver effettuato l’accesso con le credenziali CIE o SPID, ci si dovrà spostare nella SEZIONE “PAGAMENTI” dell’applicazione da cui, attraverso un collegamento con la banca dati dell’INPS, l’app IO verificherà che chi richiede il “bonus vacanze” sia in possesso di tutti i requisiti necessari.

Nel caso in cui si posseggano i requisiti si potrà quindi inviare la richiesta, sempre attraverso l’app, e attendere che la stessa applicazione comunichi che il bonus è stato attivato.

Una volta che il bonus sarà attivo, sempre dalla sezione pagamenti dell’app sarà possibile visualizzare il codice ed il QR-code associato, da comunicare all’albergatore al momento del pagamento del soggiorno.

Tuttavia a puntare il dito contro l’iniziativa promossa dal Governo è stato il Codacons.

Secondo l’Associazione, infatti, sono ad oggi poche le strutture che riconoscono il bonus (per quelle siciliano Vi consigliamo di consultare i numerosi gruppi social che sono stati creati su Facebook per incentivare le vacanze in Sicilia!) e, come se non bastasse, sono diversi i consumatori che hanno già denunciato un certo aumento dei prezzi.

Lo sconto viene sì riconosciuto, ma sulla base di un costo di partenza che risulta essere superiore, così che per questi e altri motivi il bonus vacanze potrebbe rivelarsi un flop.

Non ci resta che attendere per scoprire se il Bonus Vacanze sia o meno un effettivo contributo per il settore del turismo e per i tanti italiani che sperano di poter usufruire di tale bonus.

In ogni caso, noi del Consultorio dei Diritti M.I.F., vi auguriamo delle serene vacanze sperando che quest’estate possa essere un’occasione per riscoprire il nostro meraviglioso Paese e per stare con le persone che amate!

Se hai dubbi, perplessità o desideri avere maggiori informazioni sul BONUS VACANZE i professionisti dell’area amministrativa, commerciale e creditizia del Consultorio dei diritti MIF sono sempre a tua disposizione gratuitamente per darti consulenza di base e orientamento.

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial