Corso Finocchiaro Aprile 195/B - Palermo
800 208026
mifconsultorio@gmail.com

Ottenere il permesso di soggiorno è un’odissea!

Consultorio dei diritti MIF

Ottenere il permesso di soggiorno è un’odissea!

Come si chiede o si rinnova il permesso di soggiorno in Italia?

Moltissimi dei nostri utenti ci fanno spesso questa domanda a cui non è semplice rispondere in maniera sintetica. Proviamo a fare chiarezza sulla questione, regalandovi una mini-guida alla richiesta e al rinnovo con alcuni concetti basilare. 

Innanzitutto ricordiamo che: possono soggiornare in Italia, gli stranieri che hanno fatto regolare ingresso sul territorio dello Stato in quanto in possesso del passaporto o documento equipollente e del visto di ingresso (salvo i casi di esenzione previsti da accordi internazionali).

L’istanza per la richiesta di rilascio/rinnovo del permesso di soggiorno può essere presentata in due modi, in base alla tipologia di permesso richiesto.

MODO 1

Tramite apposito kit a banda gialla, contenente Modulo 1 e Modulo 2, disponibile presso tutti gli uffici postali, i Patronati ed i Comuni abilitati, qualora il titolo richiesto riguarda una delle seguenti materie:

  • Affidamento
  • Aggiornamento carta di soggiorno (cambio domicilio, stato civile, inserimento figli, cambio passaporto, aggiornamento foto)
  • Aggiornamento permesso di soggiorno (cambio domicilio, stato civile, inserimento figli, cambio passaporto)
  • Attesa occupazione o attesa acquisto cittadinanza
  • Asilo (in caso di rinnovo)
  • Permesso di soggiorno UE per soggiornanti di lungo periodo richiesto per sé o dal familiare convivente
  • Conversione permesso di soggiorno
  • Duplicato Permesso di Soggiorno o Carta di soggiorno
  • Famiglia anche in presenza di minori
  • Lavoro Autonomo, Subordinato, Subordinato stagionale o casi particolari (art.27 e ss. TUI)
  • Motivi di Studio o assimilati (art. 39 e ss. TUI)
  • Missione
  • Motivi Religiosi
  • Residenza elettiva
  • Status apolidia (in caso di rinnovo)
  • Tirocinio formazione professionale

In questi casi lo straniero:

  • verrà identificato dall’operatore tramite il proprio passaporto o altro documento equipollente;
  • verrà aiutato gratuitamente nella compilazione dei Moduli contenuti all’interno del kit;
  • dovrà consegnare l’istanza sottoscritta, riponendola all’interno della busta che dovrà essere lasciata aperta (N.B. in caso di richiesta di rinnovo/aggiornamento del titolo, è necessario inserire nella busta la fotocopia del titolo stesso di cui si sta chiedendo il rinnovo/aggiornamento);
  • dovrà provvedere al pagamento di circa € 30,00 con apposito bollettino postale premarcato;
  • riceverà dall’operatore la ricevuta della raccomandata (c.d. “assicurata”) che è dotata dei requisiti di sicurezza e riporta i codici di accesso (Codice Assicurata e Codice Ologramma) all’area riservata, affinché il richiedente stesso possa conoscere lo stato di avanzamento della pratica, collegandosi al Portale Immigrazione;
  • verrà convocato dall’Ufficio Immigrazione, per essere sottoposto ai rilievi fotodattiloscopici, nei casi previsti dalla normativa vigente. In sede di prima convocazione dovranno essere consegnate n. 4 fotografie formato tessera con fondo bianco, una delle quali sarà apposta sul permesso richiesto.

MODO 2

Presso l’Ufficio Immigrazione della Questura territorialmente competente qualora il titolo richiesto riguarda:

  • Affari
  • Cure Mediche
  • Gara sportiva
  • Motivi Umanitari
  • Asilo politico (in caso di richiesta-rilascio)
  • Minore età non accompagnato o Integrazione del minore abbandonato
  • Giustizia
  • Status apolide (in caso di rilascio)

RICORDA

La durata del permesso di soggiorno non rilasciato per motivi di lavoro e famiglia è quella prevista dal visto di ingresso. 

La durata non può comunque essere superiore a:

  • tre mesi per affari e turismo;
  • un anno, in relazione alla frequenza di un corso per studio o per formazione. In tal caso il permesso è rinnovabile annualmente nel caso di corsi pluriennali;
  • due anni per lavoro autonomo, per lavoro subordinato a tempo indeterminato o per ricongiungimento familiare.

Il rinnovo del permesso di soggiorno è richiesto dallo straniero al Questore della provincia in cui dimora, entro:

  • novanta giorni dalla scadenza, per i permessi di soggiorno per lavoro e famiglia di durata biennale;
  • sessanta giorni dalla scadenza per quelli per lavoro annuale;
  • trenta giorni dalla scadenza per le restanti tipologie di permesso di soggiorno.

Si precisa che, a prescindere dal modo (modo 1 o modo 2) in cui si presenta l’istanza, vengono richiesti allo straniero documenti integrativi che variano in base alla tipologia di permesso di soggiorno richiesto. Pertanto, per maggiori dettagli si invitano gli istanti a consultare il sito https://www.portaleimmigrazione.it/.

Se hai bisogno di maggiori informazioni o chiarimenti rivolgiti al nostro sportello compilando il contact form sottostante, tanti professionisti sono pronti ad aiutarti e supportarti gratuitamente.