Mara Braghini

Mara Braghini

Mara, una laurea in giurisprudenza, due master post laurea, uno in criminologia e reati finanziari, l’altro in diritto penale tributario. Una vita dedicata alla sua passione per i cavalli, all’equitazione, da cui ha imparato che per raggiungere grandi obiettivi non bisogna mollare mai, le scorciatoie non ripagano, al contrario della dedizione, della passione e della costanza.

Questo insegnamento lo applica ogni giorno, in ogni cosa che fa, anche durante la pratica forense, che la vede interfacciarsi con molteplici ambiti del diritto, passando da questioni di diritto civile, di diritto del lavoro, a questioni tributarie, e soprattutto di diritto penale, di recente ha iniziato a interfacciarsi anche con il diritto dell’immigrazione, per via della sua collaborazione con l’Associazione Avvocato di Strada Milano, associazione che offre tutela legale ai soggetti senza fissa dimora.

Collabora con il progetto “cavalli in carcere” presso la casa circondariale di Bollate, dove si riuniscono la passione per i cavalli e quella per il suo lavoro.

L’esperienza in Namibia presso il Centro di Accoglienza Mammadù, che opera a favore dei minori della baraccopoli di Windhoek, l’ha spinta a scegliere di indirizzare gran parte del suo lavoro verso la tutela dei soggetti deboli, in particolare dei bambini, che ritiene abbiano il diritto assoluto di essere bambini.

Il poco tempo libero, che ricava tra il lavoro in studio e l’equitazione, lo dedica quasi interamente ai tre bambini che ha adottato a distanza in Namibia, per cui cerca di essere la migliore “Mamy” possibile per loro.

Leggi tutti gli articoli di Mara Braghini cliccando qui

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial